Il promontorio di Capo Berta: Diano Marina, Diano Castello, San Bartolomeo al Mare e il Borgo Medioevale di Cervo PDF Stampa E-mail
Scritto da Capo Berta   
Venerdì 13 Novembre 2009 10:28


 Lo stemma del Golfo Dianese
Il promontorio di Capo Berta emerge sul golfo Dianese, dedicato dagli antichi Romani, alla Dea Diana con le sue cittadine: Diano Marina, Diano Castello, San Bartolomeo al Mare e il Borgo Medioevale di Cervo.

Il promontorio di Capo Berta, sito nel comune di Diano Marina costruita sui piani dell’Arch. Giacomo Pisani è cittadina moderna dotata di ampi viali, di locali caratteristici e, abbellita di una ricca vegetazione di macchia mediterranea.

Vi si arriva con l’autostrada A10 Genova Ventimiglia (casello San Bartolomeo al Mare), con treni e pullman, dagli aeroporti di Genova, Nizza e Villanova di Albenga.

Il golfo Dianese è protetto dai capi Berta e Cervo, in un tratto di circa tre chilometri.

 

 


Stupende le spiagge, ottimo il clima: i venti si scaldano per compressione superando i monti e scendendo al mare. Ottobre e maggio con temperature elevate e scarse piogge; estate lunga con temperature mai elevate e leggere brezze marine.

Nell’arco dell’anno moltissimi giorni di bel tempo, con medie invernali tra i 10 e i 23 gradi, per lo più mare calmo e venti regolari che, favoriscono gli sport legati al mare, alla vela, alle immersioni subacquee, alle escursioni al santuario dei cetacei (balene, megattere, capodogli, delfini) e a lunghe pedalate e passeggiate attraverso vicoli, antiche mulattiere, sentieri appena accennati, vigneti uliveti ed orti dove uomini ed animali hanno camminato nei secoli, per raggiungere le campagne e i pascoli.

L’olio ed il vino con il pesto e le olive taggiasche in salamoia sono i souvenir eno-gastronomici più conosciuti e ricercati nel mondo.

Il comprensorio vanta spiagge sabbiose, che digradano verso il mare pulito, alternate a suggestivi tratti di scogliera, habitat naturale di numerose specie di gabbiani, aironi, poiane.

A far da cornice a completamento della bellezza del luogo: giardini di palme, agavi e vegetazione mediterranea ed esotica.

Verso l’entroterra si incontrano coltivazioni di ulivi di qualità taggiasca , viti, agrumi, fichi, pesche, albicocche, cachi.

Le varie frazioni, posizionate sulle colline retrostanti, offrono vista panoramica sul golfo e sulle Alpi Liguri Marittime, ove è possibile, con circa mezz’ora di auto, raggiungere famose ed attrezzate località sciistiche.

Sul versante verso Imperia, superando Capo Berta, suggestivo promontorio sul mare, è stata realizzata la costruzione di eleganti ville, da parte della ricca borghesia, nei primi decenni del novecento determinando l’inserimento di molte piante di specie esotiche; secondo un modello di giardino mediterraneo ispirato all’esempio di Thomas Hambury che, nella seconda metà del XIX secolo, creò il celebre giardino alla Mortola, vicino a Ventimiglia.

Raggiunto l’abitato di Imperia, al termine della discesa di Capo Berta, si costeggia il porto di Oneglia, dai caratteristici portici che, ospitano ristoranti tipici e suggestivi, animando le notti con musica e spettacoli.

Raggiungendo Porto Maurizio, a sette chilometri da Capo Berta troviamo il costruendo nuovo porto turistico; il più grande e moderno del Mediterraneo, con 1300 posti barca sino ai 90 mt di lunghezza che, dall’estate del 2010, diventando completamente operativo, costituirà il maggior polo di attrazione e di interesse per il diporto nautico; punto ideale per salpare e raggiungere località turistiche di grande interesse e di fama internazionale, sia verso la Corsica che la Costa Azzurra e il principato di Monaco - Montecarlo.

Capo Berta è anche ben conosciuta dagli sportivi per le eroiche gesta e epiche sfide sui tornanti durante la gara ciclistica classica di primavera Milano San Remo che, ha visto campioni del calibro di Coppi, Bartali, Kobelt, Magni e tanti altri cimentarsi nell’ultimo strappo, prima del traguardo di Sanremo per ottenere il vantaggio decisivo e raggiungere il traguardo con il necessario vantaggio.

Ultimo aggiornamento Domenica 22 Novembre 2009 23:00
 

Video Overview

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.

Tot. visite contenuti : 223034